• Kulturverein Rus’
    Associazione culturale Rus’
    Культурная ассоциация Русь

Bianca Marabini Zoeggeler, Michail Talalay -  Il Tirolo dei Russi

maja fersen

Бьянка Марабини Цёггелер
Михаил Талалай
Русский Тироль.
— М.: Индрик, 2020. — 272 с.

ISBN 978-5-91674-000-0

(Bianca Marabini Zoeggeler, Michail Talalay, Il Tirolo dei Russi - Mosca, Casa editrice Indrik, 2020 - 272 pgg.)

In lingua russa

Sono stati pubblicati i risultati di molti anni di ricerca meticolosa nei rapporti storici e culturali tra la Russia e il Tirolo, in particolare il Sudtirolo, entrato a far parte dell'Italia dopo la Prima guerra mondiale.

Viene presentata un'ampia galleria di viaggiatori, villeggianti, medici, sacerdoti, prigionieri di guerra, emigranti e altri russi che hanno visitato questa bellissima regione alpina o che vi si erano stabiliti per sempre. Tra loro Ljubov’ Dostoevskaja, la figlia del grande scrittore, la compositrice Natalia Pravosudovič, l'etnografo Aleksej Bobrinskoj e molti altri personaggi straordinari le cui biografie sono state ricostruite per la prima volta.

In copertina: La Casa Russa a Merano, inizio XX sec.

LAST NEWS

Giornata Internazionale dei Musei 2021

Giornata Internazionale dei Musei 2021

Da Merano a San Pietroburgo. I musei russi tra pandemia e nuove proposte. Un filmato per la Giornata Internazionale dei Musei 2021

Leggi tutto...

 Bianca Marabini Zoeggeler, Michail Talalay -  Il Tirolo dei Russi

Bianca Marabini Zoeggeler, Michail Talalay - Il Tirolo dei Russi

Sono stati pubblicati, in lingua russa, i risultati di molti anni di ricerca meticolosa nei rapporti storici e culturali tra la Russia e il Tirolo, in particolare il Sudtirolo, entrato a far parte dell'Italia dopo la Prima guerra mondiale.

Leggi tutto...

L’Associazione culturale Rus’ compie 30 anni!

L’Associazione culturale Rus’ compie 30 anni!

28 febbraio 1991: un piccolo gruppo di amici si riunisce a Bolzano. Li accumuna una volontà, quella di far conoscere in Alto Adige la cultura russa e slava e portare ai russi testimonianze della cultura altoatesina, e una missione, salvaguardare l’eredità spirituale della Fondazione Borodine, nata a Merano alla fine dell’Ottocento grazie al lascito di una ricca signora moscovita, Nadežda Ivanovna Borodina, di cui da fondazione porta il nome, scritto secondo l’uso del tempo alla francese. Come presidente viene scelta Bianca Marabini Zoeggeler, russa per parte di madre, che ha guidato l’Associazione culturale Rus’ attraverso tutti questi anni. Il nome non è scelto a caso: Rus’ era chiamata l’antica terra slava.
L’Associazione culturale Rus’ compie 30 anni!

Leggi tutto...

In ricordo di Maja Fersen

In ricordo di Maja Fersen

Il 29 gennaio si è spenta a Roma Maria (Maja) Aleksandrovna Fersen. È stata sepolta nel cimitero del Testaccio a Roma dove riposa anche suo padre.

L’Associazione culturale Rus’ ha voluto ricordarla con un articolo, “Storia alle spalle – Esuli russi in Sudtirolo”, scritto nel lontano 1986, anno in cui avevo raccolto personalmente i suoi ricordi. L’avevo conosciuta allora quando mi ero occupata della colonia di esuli russi che vivevano a Siusi.

Leggi tutto...

B. Marabini Zoeggeler - Nadežda Ivanovna Borodina. Il ritratto ritrovato

B. Marabini Zoeggeler - Nadežda Ivanovna Borodina. Il ritratto ritrovato

Nadežda Ivanovna Borodina (Mosca, 1857 – Nizza, 1889) nel corso di quasi un secolo e mezzo di storia non era stato altro che un nome, privo di una biografia, che era passato da un ente meranese all’altro – Casa Borodine, Fondo Borodine (alla francese), Centro Borodina. Nel libro vengono svelate poco a poco informazioni su di lei.

Leggi tutto...

“Divina immagine del grande ideale”. Dostoevskij, Raffaello e i russi

“Divina immagine del grande ideale”. Dostoevskij, Raffaello e i russi

Nel 2021 ricorre il bicentenario della nascita di uno dei maggiori scrittori russi, Fëdor Michajlovič Dostoevskij, che vide la luce a Mosca l’11 novembre 1821 (il 30 ottobre secondo il calendario giuliano allora in vigore in Russia). Il fatto che l’anno appena terminato sia stato contrassegnato, soprattutto in Italia, da una ricca serie di eventi celebrativi del cinquecentenario dalla scomparsa di Raffaello Sanzio ci dà l’occasione di ricordare il grande amore di Dostoevskij in particolare e dei russi in generale, per l’opera del “divin pittore” di Urbino.

Leggi tutto...

ARCHIVIO

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti. Navigando se ne accetta l'utilizzo.
Per saperne di più consulta la cookie policy.